Ecco dove si formano i tecnici dell’industria 4.0 che in un anno trovano lavoro

Gli Its sono istituti tecnici di alta formazione ancora poco conosciuti. Previsti dal ministero dell’Istruzione che li finanzia, nascono come raccordo tra aziende del territorio e Istituto stesso. Un percorso formativo post diploma che dura due anni e prepara al mondo del lavoro. Obbligatorio il tirocinio nelle imprese.

L’industria 4.0 c’è sulla carta, ma nella realtà e soprattutto nelle aule dove si insegna, se ne vede ancora poca. C’è, una legge, quella voluta dal ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, che incentiva le imprese soprattutto le medie e piccole a digitalizzarsi e innovarsi. C’è poi l’avanzata dell’automazione, i robot nelle fabbriche al posto dei Cipputi. Braccia meccaniche che faranno quello che fino a oggi fanno gli operai. E qui il pensiero prende due direzioni opposte, tra chi pensa che il lavoro sia destinato a scomparire e chi invece è convinto che l’innovazione tecnologica porterà nuovi mestieri e professioni. Il che in parte è già vero perché ci sono lavori che un tempo non esistevano (tutti quelle legati al web), come ci sono imprese che cercano specialisti del digitale, dei big data, e spesso non li trovano. “E’ noto, per esempio, che c’è una cronica mancanza di ingegneri elettronici e elettrotecnici – spiega Alessandro Materia, membro del comitato education di Anie Confindustria”.

Leggi l’articolo

News

Seguici su Facebook

© Fondazione ITS Efficienza Energetica - Reggio Calabria - Via E. Cuzzocrea, 14 - 89128 Reggio Calabria - C.F. 92077150800             Privacy PolicyCookie Policy