ITS: serve il bollino qualità

Una “dote alternanza” per rilanciare il link tra scuola e impresa. Con l’obiettivo di agevolare la co-progettazione dell’offerta didattica a vantaggio degli studenti; la valutazione delle competenze acquisite; e perché no, rendere “meno gravoso” l’impegno dei datori di lavoro (a partire dai tutor aziendali). Non solo: occorre poi un “piano coraggioso” di potenziamento degli Its, le super scuole di tecnologia post diploma, alternative all’università, che non “devono essere sviliti” dalle lauree professionalizzanti; ma piuttosto triplicare, nei prossimi tre anni, il numero di studenti, passando dagli attuali 8mila a 24mila, con un investimento “significativo” di risorse.

Il dialogo tra Confindustria e ministero dell’Istruzione è entrato nel vivo: «Dobbiamo ricomporre la frattura che ha tenuto e tiene ancora lontane scuola e mondo del lavoro», ha sottolineato il vice presidente per il Capitale umano di Confindustria, Giovanni Brugnoli, aprendo ieri, nella sede di Assolombarda a Milano, la giornata di confronto tra la ministra, Valeria Fedeli, accompagnata dal sottosegretario, Gabriele Toccafondi, e una platea di imprenditori di tutt’Italia impegnati in prima persona nel settore dell’Education.

Leggi l’articolo

News

Seguici su Facebook

© Fondazione ITS Efficienza Energetica - Reggio Calabria - Via E. Cuzzocrea, 14 - 89128 Reggio Calabria - C.F. 92077150800             Privacy PolicyCookie Policy